News

Taglio “termico” e taglio “freddo”: qual è la differenza e perché è meglio il primo

Gli infissi sono il primo livello di protezione della casa. La loro qualità è essenziale per determinare l’isolamento termico e acustico e la permeabilità all’acqua e all’aria, ma le loro prestazioni dipendono prima di tutto dalla tecnica in cui sono realizzati: taglio freddo o taglio termico.

Non tutti, però, ne conoscono la differenza. Facciamo chiarezza: capirete perché, per i vostri serramenti, è meglio scegliere il taglio termico.

  •     Il “taglio freddo” è quello degli infissi tradizionali più vecchi. Ecco le cose da sapere.
  •     La continuità di materiale tra la superficie esterna e quella interna determina un effetto ponte termico più accentuato che incide notevolmente sul riscaldamento o il raffreddamento degli ambienti.
  •     Ha un’alta conducibilità termica del materiale.
  •     Non è più conforme alle regole sul risparmio energetico.
  •     Il “taglio termico” nasce proprio per ovviare al problema dell’alta conducibilità termica dei serramenti a taglio freddo. Ecco le caratteristiche più importanti.
  •     Garantisce maggiore isolamento e minori dispersioni termiche.
  •     L’inserimento di materiali a bassa conducibilità all’interno dei serramenti a taglio termico spezzano la continuità termica tra la superficie esterna e quella interna.
  •     È conforme alle leggi attuali sul risparmio energetico, perché dotato di una barra di poliammide (materiale altamente isolante) posta tra l’alluminio interno e quello esterno.
  •     Funge proprio da “taglio”, poiché interrompe la conduzione termica tra l’interno e l’esterno dell’abitazione.

Chiamaci per avere piu' informazioni o su un preventivo.  091 966024

 

 

Fer.all sas di Martorana Sebastiano & C.

Fer.all sas di Martorana Sebastiano & C. - P.IVA 01529220889
091/966024

Tutti i diritti sono riservati. © 2018 - Powered byS4U